17
09
2017

LA COSTRUZIONE DEL NUOTATORE: da istruttore a formatore. Secondo Mauro Antonini ospite allo Stage di Ottobre

STAGE DI AREZZO CON MAURO ANTONINI: parleremo anche di questo argomento.

Créer un nageur est beaucoup plus proche de la réalisation d’une peinture, d’une sculpture, avec la nécessité de choisir les matériaux et les mélanger soigneusement. Ou concevoir une voiture de course avec ses régulations complexes d’ingénierie. Mais c’est beaucoup plus riche et stimulant, parce que on travaille avec une matière qui interagit, qui évolue, qui se transforme en réaction aux manipulations du formateur. Le but ultime de l’œuvre d’art est l’autonomie ; elle doit a

Altro…

Creare un nuotatore è molto più vicino alla realizzazione di una pittura, una scultura, con la necessità di scegliere i materiali e le con attenzione. O progettare una macchina da corsa con le sue regolazioni complesse di ingegneria. Ma è molto più ricco e stimolante, perché si lavora con una materia che interagisce, che si evolve, che si trasforma in reazione alle manipolazioni del Formatore. L’ obiettivo finale dell’opera d’arte è l’autonomia; deve accedere alla vita e deve assumere significati indipendenti dall’artista stesso. Niente di più bello, come obiettivo, che portare il materiale alle sue migliori potenzialità espressive. E nessun materiale dà più soddisfazione o risultati che l’essere umano con la sua personalità che è modellata e liberata, nelle sue componenti motorie, affettive e cognitive, alla conquista del suo proprio e imprevedibile spazio nella vita sociale.
Commenti
1
Ramona

Buonasera, sono interessata allo stage vorrei essere messa al corrente della data. Grazie!

Lascia una risposta