Spazio...    Emozione...    Sport...

3 - 6 ANNI BAMBINI

SCUOLA NUOTO 3-6 ANNI

CONOSCERE L'AMBIENTE ACQUATICO ATTRAVERSO IL GIOCO, IMPARARE A GALLEGGIARE E A SALVARSI LA VITA: "SE CADO IN ACQUA NON AFFOGO".


 

 


Rana


 

LABORATORIO ACQUATICO POMERIDIANO 3-6

 Premessa


Troppo grandi per i Corsi di Nuoto Baby e ancora troppo piccoli per la Scuola Nuoto, i bambini dai 3 ai 5 anni, in piscina avevano bisogno di una loro specifica programmazione didattica, propedeutica all'insegnamento sistematico del nuoto e al percorso di trasformazione da terrestre a nuotatore, che inizia in età scolare.

Il programma AQEA prevede l'insegnamento del nuoto e la scoperta dell'ambiente acquatico attraverso il gioco di gruppo e singolo, attraverso il gioco imitativo e quello simbolico e attraverso un programma di circuiti fuori e dentro l'acqua, che deve portare alla massima autonomia dei bambini.

Questo tipo di esercitazioni serve a garantire un sereno approccio con l'acqua, attraverso la comprensione e la manipolazione dell'elemento liquido, con l'uso del materiale didattico specifico.

In questo ambito ludico-ricreativo, l'istruttore trasferirà nei suoi allievi, l'esperienza dell'Apnea, del Galleggiamento, della Propulsione della Propriocettività in acqua.

Questo tipo di esperienza, attraverso le modalità sopra esposte, contribuisce alla formazione di processi di socializzazione che permettono al bambino di relazionarsi con l'istruttore e con il gruppo.

Il metodo applicato tiene conto dell'età dei bambini, allo scopo di formulare richieste sempre adeguate alle possibilità concrete di prestazione.

Gli istruttori devono motivare e guidare i bambini, senza mai forzare i tempi dell' apprendimento.

L'incoraggiamento e la lode continua, permettono di trasformare qualsiasi azione proposta in un momento di crescita e acquisizioni di nuove nozioni.

Il metodo utilizzato deve essere considerato quindi una proposta polivalente di apprendimento.

 

FREQUENZA E DURATA DELLE SEDUTE

 

L'attività è annuale organizzata in cicli della durata di nove settimane e in lezioni di 40 minuti.

Solitamente i bambini vengono divisi in due gruppi, ma possono anche giocare insieme.

Spetterà agli istruttori decidere i mezzi adeguati al raggiungimento degli obiettivi didattici prefissati.

Nel laboratorio acquatico, l'istruttore è un compagno di giochi una guida e un animatore capace di divertire e rassicurare al tempo stesso.

Le lezioni sono organizzate in modo da dare ai bambini l'opportunità di manipolare percettivamente l'acqua confrontando le differenti sensazioni provenienti dai giochi e dagli attrezzi utilizzati nonchè dall'esperienza terrestre e di sentire la sua musicalità, giocando e sperimentando.

Più tardi, attraverso lo sviluppo della fantasia e della creatività, nell'esecuzione del gioco imitativo e simbolico, si acquisiranno le capacità preliminari di ambientamento, galleggiamento prono supino e verticale, di immersione, di risalita e si sperimenteranno le prime cadute a birillo.

Il percorso didattico proposto porterà i bambini ad una maggiore autonomia fuori e dentro l'acqua, ad accresciuta sicurezza nei confronti dell'ambiente e ad un rapporto più confidenziale con l'acqua stessa.

 

SCUOLA NUOTO  5-6 ANNI VASCA MEDIA

 

Nella fascia dai 5 ai 6 anni di età le lezioni si svolgeranno nella vasca media, direttamente dove non si tocca.

L'obiettivo fondamentale di questa fase di apprendimento sarà: "se cado in acqua non affogo".

Gli istruttori daranno molta importanza all'apprendimento del galleggiamento, dei tuffi, delle prime forme di propulsione e dell'avanzamento.

La pedagogia utilizzata sarà quella dell'azione, cioè una pedagogia dove non si imitano dei modelli, ma nella quale si risolvono problemi motori proposti dall'istruttore. (es.: vediamo chi riesce a raggiungere la ciambella scorrendo sul bordo...non dobbiamo uscire con le spalle dall'acqua...!!!).

L'istruttore, infatti, chiederà di ripetere semplici azioni specificando lo scopo finale e le regole da utilizzare, ma lascerà ai bambini la massima libertà di sperimentare e di trovare la soluzione più adatta alle proprie caratteristiche psicofisiche.

Le incertezze posturali che originano la paura di affondare e le rappresentazioni mentali che l'acqua entri nei buchi, quali bocca, naso, orecchie e occhi verranno velocemente superate attraverso le azioni, ponendo le basi per una trasformazione della propria motricità da terrestre ad acquatica.

Importante, durante le lezioni, sarà l'apprendimento della fase di verbalizzazione (spiegazione e presa di coscienza); essa avverrà fuori dall'acqua e sarà valorizzata in maniera crescente in proporzione allo sviluppo delle proprietà di linguaggio e di comprensione dei bambini.

L'attività è annuale organizzata in cicli della durata di nove settimane e in lezioni di 50 minuti bisettimanali.

Gli istruttori decideranno i mezzi adeguati al raggiungimento degli obiettivi didattici prefissati.

Nella scuola nuoto l'istruttore diventa guida che sta costantemente fuori dall'acqua per meglio osservare e condurre il gruppo.

Il bastone rosso sarà un elemento didattico e di sicurezza sempre presente.

 

SAGGI

 

Nel mese di Dicembre e alla fine della Primavera avranno luogo i Saggi.

In tali manifestazioni si svolgeranno giochi di gruppo, piccole gare e/o staffette e i partecipanti verranno premiati.

Inoltre sarà un'occasione per verificare il livello di apprendimento raggiunto e confermare i dati raccolti in ogni corso dagli istruttori.

 

 

 

FASCE ORARIE E GIORNI

 

LUNEDI'          e    GIOVEDI'      DALLE 15,50 ALLE 18;40

MARTEDI'        e    VENERDI'       DALLE 15,50 ALLE 18;40

MERCOLEDI'   e    SABATO        DALLE 15,50 ALLE 18;40

 


Logo KIM

ATTIVITA' SVOLTA DA  "A.S.D. CHIMERA NUOTO"