Regolamento Foiano

REGOLAMENTO INTERNO 

USO PISCINA COPERTA

art. 1 – definizioni

Ai fini del presente Regolamento si intende:

piscina: complesso attrezzato per la balneazione, costituito da una o più vasche e servizi annessi;

vasca: bacino artificiale d’acqua accessibile all’utente;

frequentatore: utente che, a qualsiasi titolo, accede alla piscina;

zona  a piedi nudi: “area pulita” percorribile solo con calzature in gomma antiscivolo da utilizzare esclusivamente per la piscina;

bagnante: frequentatore che accede alla “zona a piedi nudi” dell’impianto di balneazione per svolgere qualsiasi disciplina acquatica;

bagnino: addetto alla sorveglianza e assistenza dei bagnanti;

titolare piscina  / gestore  / direzione: Centro Nuoto Sportivo Società Consortile a r.l.

con sede in 52045 Foiano della Chiana (AR), Via Antica 15;

direzione attività organizzate: soggetto convenzionato, titolare dell’organizzazione di corsi e attività sportiva in genere.

art. 2 – classificazione vasche, dimensioni e capienza

Le Piscine Comunali Coperte hanno due bacini artificiali diversi per dimensioni e profondità chiamati per brevità Vasca Grande (V.G.) e Vasca Piccola (V.P.):

  • Vasca Grande:

vasca per attività sportive, ludiche e ricreative

lunghezza  25,00 m. larghezza 15,00 m. profondità min. 1,25 m. –  max. 1,95 m. c.a.

  • Vasca Piccola:

vasca polivalente

lunghezza  4,78 m.larghezza 13,00 m.profondità min. 0.64 m. – max. 0,74 m. c.a.

Limite massimo di bagnanti contemporaneamente presenti nelle vasche:

  • n. 107 di cui 75 in V.G., 32 in V.P.

In caso di manifestazione sportiva il limite massimo è di:

  • n. 219 bagnanti di cui 187 in V.G. e 32 in V.P.

Il Nuoto Libero deve essere effettuato nella Vasca Grande, nelle corsie libere dai corsi organizzati.

La Direzione e il bagnino hanno facoltà di modificare temporaneamente l’uso degli spazi riservati al nuoto libero per necessità tecniche, organizzative o di sicurezza.

ART. 3 – Apertura e accesso all’impianto di balneazione

Le Piscine Comunali sono aperte al pubblico secondo il calendario e l’orario stabiliti annualmente dal Gestore; gli orari di apertura e chiusura sono esposti al pubblico con appositi comunicati affissi all’ingresso.

Indicativamente, salvo variazioni, l’impianto coperto è aperto dal mese di settembre al mese di maggio:

lunedì – venerdì dalle 9,00 alle 22,50

sabato dalle 9,00 alle 20,00

domenica dalle 9,00 alle 12,30

ART. 4 – Accesso dei minori all’impianto di balneazione

Per l’attività di nuoto libero, i minori di anni 14 o comunque tutti coloro che hanno effettiva necessità di assistenza devono essere accompagnati dal genitore o da persona maggiorenne affidataria, che svolga insieme l’attività.

A partire dalle ore 19,30 fino alla chiusura serale non sono ammessi minori di anni 14 al nuoto libero; eventuali deroghe saranno valutate e potranno essere concesse dal bagnino.

Il Gestore non svolge alcuna attività di effettiva custodia o vigilanza dei minori presenti all’interno dell’impianto natatorio se non entro i limiti previsti dall’art. 14 del D.M. 18.03.1996.

Per le attività organizzate, i bambini di età inferiore ad anni 10 e tutti coloro che ne avessero necessità  devono essere assistiti, nelle docce e negli spogliatoi fino all’uscita, il tutto sotto la responsabilità dell’accompagnatore.

E’ escluso l’ingresso ai non aventi titolo nei luoghi di balneazione e nelle zone di accesso oltre i limiti indicati dagli appositi cartelli.

ART. 5 – Titoli d’ingresso

Per l’ingresso in piscina il bagnante dovrà munirsi di idoneo titolo d’accesso stabilito dalla Direzione.

Il titolo:

  • è subordinato al pagamento della tariffa d’ingresso;
  • è personale e non cedibile a terzi;
  • deve essere conservato per il relativo periodo di validità determinata dalla tariffa o diversamente indicata sullo stesso;
  • dà diritto alla fruizione del servizio nei limiti e alle condizioni stabilite per la tariffa d’ingresso applicabile al servizio acquistato;
  • determina l’accettazione del presente Regolamento;
  • non è rimborsabile.

Ogni utente deve esigere che il personale addetto all’ingresso gli rilasci un documento d’accesso, controllandone la regolarità. Tale documento deve essere conservato fino all’uscita dal complesso sportivo e deve essere esibito a richiesta del personale addetto al controllo.

Chi risulti sprovvisto di valido documento d’ingresso dovrà acquistarne uno che gli consenta di regolarizzare la propria posizione e/o abbandonare immediatamente l’impianto.

ART. 6 – Deposito e custodia di beni/valori dei frequentatori

Il Gestore sconsiglia vivamente di portare all’interno dell’impianto oggetti di valore.

Quest’ultimo e il personale non possono essere ritenuti né depositari né custodi degli oggetti portati dagli utenti.

ART. 7 – Cura nell’utilizzo dell’impianto

I beni mobili ed immobili, le attrezzature ed in genere gli effetti d’uso in dotazione all’impianto devono essere utilizzati con il massimo riguardo per una migliore fruizione del servizio da parte di tutti gli utenti.

Ogni danno, anche se involontario, dovrà essere risarcito al Gestore attraverso il pagamento delle spese sostenute per il ripristino del bene danneggiato.

ART. 8 – Norme di comportamento generali

I frequentatori devono rispettare, con particolare scrupolo, le norme comportamentali di utilizzo dell’impianto, indicate negli avvisi affissi nei percorsi di accesso alle vasche e  servizi annessi.

L’ingresso negli spogliatoi per le attività organizzate è consentito 10  minuti prima dell’inizio di tali attività.

Qualsiasi accompagnatore / frequentatore che acceda alle zone c.d. “a piedi nudi” dovrà indossare apposite calzature o copriscarpe reperibili alla reception .

Per cambiarsi l’utente dovrà utilizzare le apposite cabine e potrà trattenersi negli spogliatoi solo per il tempo necessario alla  pulizia personale ed alla vestizione (stimato in 20 minuti);

In presenza di minori gli utenti devono fare la doccia con il costume e tenere un comportamento responsabile nell’interesse prioritario della tutela degli stessi.

La libera balneazione non è consentita a coloro che non sanno nuotare.

Si raccomanda agli utenti di non bagnarsi a meno di tre ore dal consumo di un pasto e comunque solo se in buona salute.

Per la balneazione è obbligatorio:

  • indossare un costume da bagno conforme alle norme di igiene e di decenza pubblica, una cuffia e calzature idonee antiscivolo (zoccoli o ciabatte in gomma) da usare esclusivamente per la piscina mentre i bambini sotto i tre anni devono indossare apposito costume o pannolino contenitivo da piscina;
  • struccarsi;
  • fare la doccia e il pediluvio attraverso la vaschetta disinfettante lava-piedi;

E’ vietato:

  • fare il bagno in assenza del servizio assistenza bagnanti;
  • circolare a piedi nudi per ragioni d’igiene e di sicurezza;
  • entrare in acqua senza la presenza del bagnino o del proprio istruttore;
  • tuffarsi  se non sotto la sorveglianza degli istruttori durante i corsi e le lezioni di nuoto;
  • l’utilizzo di maschere di vetro, boccagli, pinne o indossare qualsiasi tipo di oggetto contundente (ad es. occhiali da sole e da vista, ecc…) se non espressamente autorizzati dal bagnino o dalla direzione;
  • correre, giocare a palla o disturbare la clientela in qualsiasi altro modo;
  • fumare, mangiare e bere alcolici all’interno dell’impianto di balneazione;
  • tenere un comportamento osceno o lesivo della salute altrui o della morale pubblica;
  • l’uso di detergenti, profumi, creme, sostanze medicamentose o qualsiasi altro genere di prodotto che possa alterare la composizione chimica dell’acqua o dell’aria;
  • svolgere o organizzare corsi e attività individuali sotto qualsiasi forma che non siano esplicitamente autorizzati dalla Gestione;
  • utilizzare qualsiasi vasca e/o corsia in presenza di apposita segnalazione di divieto.

Il bagnino e l’istruttore possono autorizzare comportamenti generalmente vietati per esigenze inerenti l’attività sportiva e/o didattica (purché sotto la stretta sorveglianza dell’istruttore o bagnino stesso).

ART. 9 – Corsi di Nuoto

I bambini che utilizzano la vasca piccola possono essere assistiti dai genitori solo se richiesto dal personale di sorveglianza.

Gli iscritti ai corsi dovranno :

  • esibire la tessera di iscrizione ad ogni accesso;
  • presentarsi sul piano vasca 5 minuti prima dell’inizio della lezione;
  • durante le lezioni, attenersi alle disposizioni dell’istruttore, in modo ordinato e disciplinato (nessun bambino o ragazzo potrà allontanarsi senza l’autorizzazione del proprio istruttore).

ART. 10 – Nuoto Libero e altre attività in genere.

Gli utenti del nuoto libero non potranno occupare gli spazi riservati ai corsi e dovranno utilizzare solo le corsie  indicate dal bagnino o dal personale di sorveglianza di turno.

L’ingresso è consentito solo fino alla effettiva disponibilità degli spazi e di fruibilità dei servizi.

Gli utenti del nuoto libero e delle altre discipline che usufruiscano di qualunque servizio offerto in Piscina, dovranno rispettare il tempo di permanenza in vasca, che è stabilita in un tempo massimo di un’ora, salvo diversa regolamentazione.

ART. 11 – Sanzioni

Il responsabile dell’impianto può allontanare o espellere chi non si attiene al presente regolamento.

ART. 12  – Responsabilità

L’uso dell’impianto di balneazione si intende effettuato a rischio e pericolo di chi pratica l’attività sportiva o dei suoi accompagnatori, con esclusione di ogni responsabilità a carico del Gestore, salvo per vizi imputabili alla struttura dell’impianto.

Le attività organizzate da gruppi sportivi, associazioni, enti, istituti scolastici, cooperative od altri organismi si svolgono sotto la responsabilità degli organizzatori. Gli stessi  dovranno garantire la gestione della propria attività, la vigilanza e l’assistenza ai propri iscritti nonché dovranno rispondere degli eventuali danni prodotti a terzi, anche ex artt. 2048 e 2049 del Codice Civile.

ART. 13 – Sorveglianza in vasca

Ai sensi dell’art. 48 del Regolamento di attuazione della L.R.T. n. 8 del 09/03/2006 il servizio di salvataggio è garantito da n. 2 bagnini / assistenti bagnanti. Gli addetti indossano magliette di colore rosso con scritta “BAGNINO”.

Durante i corsi di nuoto / acquafitness il servizio di assistenza agli allievi è svolto direttamente dall’istruttore / allenatore.

Il bagnino per motivi di sicurezza, qualora lo ritenga necessario, può limitare temporaneamente l’accesso e l’uso delle vasche ai bagnanti.

ART. 14 – Informazioni utili

I servizi igienici sono situati nella zona di accesso al piano vasca.

In caso di emergenza rivolgersi direttamente al bagnino presente in vasca.

In tutto il complesso sono presenti dispositivi di sicurezza di allarme antincendio individuabili da una un scatola rossa, con indicazione “in caso di incendio rompere il vetro” e comunque indicati nelle planimetrie del Piano di Emergenza.

ART. 15 – Responsabile piscina

Il Titolare e il Responsabile della Piscina sono rispettivamente la società Centro Nuoto Sportivo Società Consortile a r.l. ed il suo legale rappresentante Magara Valter,  con sede in Via Antica, 15 – 52045 FOIANO DELLA CHIANA (AR) –  p.iva: 02243880511 – Tel/fax: 0575 640391 – cell: 339 838 5167.

 

 

REGOLAMENTO INTERNO 

USO PISCINE ESTERNE

Si informano i frequentatori delle Piscine comunali che sono tenuti a conoscere ed osservare le seguenti norme generali ed igienico-sanitarie.

art. 1 – classificazione vasche, dimensioni e capienza

Le piscine comunali all’aperto hanno due bacini artificiali diversi per dimensioni, profondità e chiamati per brevità: Vasca Grande (V.G.) e Vasca Piccola (V.P.).

Dimensioni:

  • Vasca Grande lunghezza 25,00 m. larghezza 15 m. profondità min. 1,25 m. profondità max. 1,95 m.
  • Vasca Piccolalunghezza7,00 m.larghezza7,00 m.profondità0,65 m. c.a.

Capienza

  • Limite massimo di bagnanti contemporaneamente presenti nelle vasche: n. 100

(di cui 75 in V.G. e 25 in V.P.)

Il Nuoto Libero deve essere effettuato nella Vasca Grande, nelle corsie libere dai corsi organizzati.

La Direzione e il bagnino hanno facoltà di modificare temporaneamente l’uso degli spazi riservati al nuoto libero per necessità tecniche, organizzative o di sicurezza.

ART. 2 – Apertura e accesso all’impianto di balneazione

Le piscine comunali sono aperte al pubblico secondo il calendario e l’orario stabiliti annualmente dal Gestore affissi in bacheca.

L’impianto all’aperto, salvo variazioni, osserva il seguente ORARIO D’APERTURA ESTIVO:

lunedì dalle 10,00 alle 19,15

mart. – sabato dalle 9,15 alle 19,15

domenica dalle 9,00 alle 19,00

Qualsiasi variazione d’orario sarà comunicata con avvisi affissi in bacheca.

ART. 3 – Accesso dei minori all’impianto di balneazione

I minori di anni 18 o comunque tutti coloro che hanno effettiva necessità di assistenza devono essere accompagnati dal genitore o da persona maggiorenne affidataria, che sarà responsabile a tutti gli effetti del loro comportamento e incolumità.

Il Gestore non svolge alcuna attività di effettiva custodia o vigilanza dei minori presenti all’interno dell’impianto natatorio se non entro i limiti previsti dall’art. 14 del D.M. 18.03.1996.

ART. 4 – Titoli d’ingresso

Per l’ingresso in piscina il bagnante dovrà munirsi di idoneo titolo d’accesso che dovrà tenere con sé fino all’uscita dell’impianto.

Chi risulti sprovvisto di valido documento d’ingresso dovrà acquistarne uno che gli consenta di regolarizzare la propria posizione e/o abbandonare immediatamente l’impianto.

ART. 5 – Deposito e custodia di beni/valori dei frequentatori

Il Gestore sconsiglia vivamente di portare all’interno dell’impianto oggetti di valore.

Quest’ultimo e il personale non possono essere ritenuti né depositari né custodi degli oggetti portati dagli utenti.

ART. 6 – Cura nell’utilizzo dell’impianto

I beni mobili ed immobili, le attrezzature ed in genere gli effetti d’uso in dotazione all’impianto devono essere utilizzati con il massimo riguardo per una migliore fruizione del servizio da parte di tutti gli utenti.

Ogni danno, anche se involontario, dovrà essere risarcito al Gestore attraverso il pagamento delle spese sostenute per il ripristino del bene danneggiato.

ART. 7 – Norme di comportamento generali

E’ obbligatorio:

  • indossare un costume da bagno conforme alle norme di igiene e di decenza pubblica, una cuffia e calzature idonee antiscivolo (zoccoli o ciabatte in gomma) da usare esclusivamente per la piscina.
  • far indossare apposito pannolino da piscina o costume contenitivo ai bambini sotto i tre anni o comunque in caso di necessità.
  • fare la doccia e passare attraverso la vaschetta disinfettante lava-piedi prima di entrare in vasca.

E’ vietato:

  • entrare in acqua senza la presenza del bagnino o del proprio istruttore;
  • tuffarsi  se non sotto la sorveglianza degli istruttori durante i corsi e le lezioni di nuoto;
  • l’utilizzo di maschere di vetro, boccagli, pinne o indossare qualsiasi tipo di oggetto contundente (ad es. occhiali da sole e da vista, ecc…) se non espressamente autorizzati dal bagnino;
  • correre, giocare a palla, molestare o comunque disturbare gli altri frequentatori;
  • fumare;
  • tenere un comportamento osceno o lesivo della salute altrui o della morale pubblica;
  • contaminare l’acqua con creme saponi, cosmetici e sostanze varie;
  • utilizzare qualsiasi vasca e/o corsia in presenza di apposita segnalazione di divieto;
  • svolgere o organizzare corsi e attività individuali sotto qualsiasi forma che non siano esplicitamente autorizzati dalla Gestione.

Si raccomanda di entrare in vasca solo se in buona salute e dopo almeno tre ore dal pasto evitando di bere subito prima bibite ghiacciate o dopo lunghe esposizioni al sole.

ART. 8 – Sorveglianza in vasca

Il servizio di salvataggio è garantito da due bagnini o assistenti bagnanti (DPGR 26/02/2010 n. 23/R “Regolamento di attuazione della L.R.T. n. 8 del 09/03/2006” art. 48 comma 1).

Gli addetti indossano magliette di colore rosso con scritta “BAGNINO” o “SALVATAGGIO”.

Durante le attività organizzate (corsi di nuoto / acqua fitness e altro) il servizio di assistenza agli allievi  e sorveglianza è svolto direttamente dall’istruttore / allenatore abilitato al servizio di salvataggio e primo soccorso (DPGR 26/02/2010 n. 23/R “Regolamento di attuazione della L.R.T. n. 8 del 09/03/2006” art. 48 comma 2).

Il bagnino per motivi di sicurezza, qualora lo ritenga necessario, può limitare temporaneamente l’accesso e l’uso delle vasche ai bagnanti.

ART. 9 – Responsabile piscina

Proprietà della piscina: Comune di Foiano della Chiana (AR)

Titolare della piscina: Centro Nuoto Sportivo a r.l.,

con sede in 52045 Foiano della  Chiana (Ar), Via Antica 15.

Responsabile della piscina: Prof. Valter Magara –  tel. 0575 353315 e fax 0575 259554.

PRIVACY

Informativa resa ai sensi degli art. 13-14 del GDPR 2016/679 (General Data Protection Regulation)

In adempimento a quanto previsto dall’art. 13 del Regolamento UE 2016/679 (d’ora in poi, per brevità, chiamato “GDPR”), ai fini della tutela delle persone e altri soggetti in materia di trattamento di dati personali, si comunica quanto segue.

1- Titolare del trattamento

  • Per i soci dell’A.s.d. Chimera Nuoto:

TITOLARE del trattamento di dati personali è l’ A.S.D. CHIMERA NUOTO, nella persona del Presidente pro tempore Coli Massimo, domiciliato presso la sede della società in 52100 Arezzo, Viale Gramsci n. 7, indirizzo PEC: asdchimeranuoto@pec.it.

  • Per gli iscritti alla ARETINA SERVIZI SOCIETA’ COOPERATIVA.:

TITOLARE del trattamento di dati personali è la ARETINA SERVIZI SOCIETA’ COOPERATIVA., nella persona dell’Amministratrice pro tempore Mazzoli Carla, domiciliato presso la sede della società in 52100 Arezzo, Via G. Ferrarsi n. 63, indirizzo PEC: soc.coop.aretinaservizi@pec.it.

  • Per i clienti della società Centro Nuoto Sportivo s.c. a r.l.:

TITOLARE del trattamento di dati personali è la CENTRO NUOTO SPORTIVO SOCIETA’ CONSORTILE A R.L., nella persona del legale rappresentante pro tempore Magara Valter, domiciliato presso la sede della società in 52045 Foiano della Chiana (AR), Via Antica 15, indirizzo PEC: centronuotosportivo@pec.it.

2- Fonte dei dati

I dati personali in possesso della società titolare sono raccolti direttamente presso l’interessato dal titolare o da soggetti con essa convenzionati, comunque operanti all’interno del complesso sportivo Piscine comunali di Foiano della Chiana.

3Finalità del trattamento

I dati personali – ivi inclusi quelli relativi ai moduli di iscrizione, ai contratti ed a qualsiasi documentazione scritta relativi ai suddetti soggetti – forniti al titolare e/o alle persone fisiche / giuridiche con essa convenzionate saranno oggetto di trattamento per le finalità connesse allo svolgimento di attività sportiva, ludico, motoria e ricreativa di qualsiasi livello e tipo nonché in qualsiasi forma essa sia svolta dall’interessato nell’ambito delle piscine comunali (comprese iniziative non strettamente sportive che richiedano l’invio di: informazioni commerciali, materiale pubblicitario, offerte di servizi e/o prodotti).

Il perseguimento delle suddette finalità avverrà in modo lecito e secondo correttezza, nel rispetto della normativa vigente, anche con l’ausilio di mezzi elettronici o comunque automatizzati.

4Modalità del trattamento

Il trattamento dei dati avverrà nel rispetto del GDPR e dei relativi obblighi di sicurezza, integrità e riservatezza; potrà essere effettuato con modalità cartacee,  mediante procedure automatizzate e/o informatizzate di raccolta ed inserimento in banche dati, con logiche strettamente correlate alle indicate finalità di trattamento.

I dati verranno inseriti nelle scritture e nei registri obbligatori per legge ed eventualmente trasmessi agli Istituti di competenza, qualora da questi richiesto.

5Comunicazione e diffusione dati

I dati personali dell’interessato potranno essere comunicati ad istruttori, assistenti bagnanti, personale autorizzato e soggetti terzi che operino in nome e per conto del titolare e/o delle società convenzionate, sempre e comunque operanti nell’ambito delle attività svolte in piscina.

I dati forniti potranno venire a conoscenza dei soggetti preposti alla gestione degli ingressi all’impianto sportivo ed alle operazioni di Segreteria ed Amministrazione.

Il trattamento potrà essere effettuato, per conto del titolare, per le finalità e con le modalità sopra descritte e sempre nel rispetto dei criteri idonei a garantire riservatezza e sicurezza, da società e associazioni sportive che mettono a disposizione del titolare strumenti informatici e servizi necessari all’esecuzione delle prestazioni e delle attività richiesti dall’utenza o loro offerti.

I soggetti responsabili al trattamento dei dati personali operano esclusivamente nell’ambito delle piscine comunali, pertanto non sono responsabili né rispondono per le ditte e società che, a vario titolo, sono presenti nel centro sportivo ed esercitano attività che esulano da quella natatoria.

I dati potranno essere comunicati a terzi, senza che occorra il consenso dell’interessato, nei soli casi previsti dalla legge.

6- Conferimento dei dati

Il conferimento dei dati personali necessari a tali finalità non è obbligatorio, ma costituisce presupposto indispensabile per la partecipazione dell’interessato a tutte le iniziative, ai programmi ed agli eventi organizzati all’interno ed all’esterno dell’impianto di sportivo dalla società di gestione e/o dai soggetti convenzionati; pertanto il rifiuto al trattamento comporterà l’impossibilità per quest’ultime a prestare qualsiasi opera e/o servizio nei confronti dell’interessato.

7- Periodo di conservazione dei dati

I dati forniti verranno conservati per tutta la durata del rapporto associativo e/o del contratto e, ove richiesto dalla legge, per un periodo successivo fino ad un massimo di anni 10.

8Diritti dell’interessato

Ai sensi dell’art. 15 e seguenti del GDPR, in ogni momento l’interessato potrà esercitare il diritto di: accesso, rettifica, cancellazione, limitazione del trattamento, portabilità dei dati, opposizione e non essere sottoposto a processo decisionale automatizzato, compresa la profilazione, inviando al TITOLARE una richiesta scritta all’indirizzo postale della sede legale oppure, ove indicato, all’indirizzo PEC, così come indicati supra al punto 1.
L’interessato potrà quindi:

1. chiedere la conferma dell’esistenza o meno dei propri dati personali;

2. ottenere le indicazioni circa le finalità del trattamento, le categorie dei dati personali, i destinatari o le categorie di destinatari a cui i dati personali sono stati o saranno comunicati e, quando possibile, il periodo di conservazione;

3. ottenere la rettifica e la cancellazione dei dati;

4. ottenere la limitazione del trattamento;

5. ottenere la portabilità dei dati, ossia riceverli da un  titolare del trattamento, in un formato strutturato, di uso comune e leggibile da dispositivo automatico e trasmetterli ad un altro titolare del trattamento senza impedimenti;

6. opporsi al trattamento in qualsiasi momento ed anche nel caso di trattamento per finalità di marketing diretto;

7. opporsi ad un processo decisionale automatizzato relativo alle persone fisiche, compresa la profilazione;

8. chiedere al titolare del trattamento l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che lo riguardano o di opporsi al loro trattamento, oltre al diritto alla portabilità dei dati;

9. revocare il consenso in qualsiasi momento senza pregiudicare la liceità del trattamento basata sul consenso prestato prima della revoca;

10. proporre reclamo a un’autorità di controllo.

e società.